Release details

2018-01-25 18:49 CET
  • Print
  • Share Share

Spark Therapeutics ha siglato un accordo di licenza e fornitura della terapia sperimentale con voretigene neparvovec al di fuori degli Stati Uniti.

Novartis Pharmaceuticals commercializzerà la terapia sperimentale con voretigene neparvovec dopo la sua eventuale approvazione per la distribuzione in Europa e in tutti gli altri mercati al di fuori degli Stati Uniti; Spark Therapeutics conserva i diritti di sfruttamento commerciale di LUXTURNA(TM) (voretigene neparvovec-ryzl) negli Stati Uniti.


L'accordo intende sfruttare le ampie capacità e infrastrutture oftalmologiche di Novartis al di fuori degli Stati Uniti a vantaggio dei pazienti non di nazionalità statunitense.


Spark Therapeutics riceverà un anticipo di $105 milioni e ha il diritto di ricevere fino a un massimo di $65 milioni in pagamenti "milestone", oltre alle royalty sulle vendite nette al di fuori degli Stati Uniti.

PHILADELPHIA, 25 gennaio 2018  (GLOBE NEWSWIRE) -- Spark Therapeutics (NASDAQ:ONCE), azienda integrata produttrice di terapie geniche impegnata a mettere in discussione l'inevitabilità delle malattie genetiche, ha oggi annunciato di aver siglato un accordo di licenza con Novartis Pharmaceuticals per lo sviluppo e la commercializzazione della terapia sperimentale con voretigene neparvovec al di fuori degli Stati Uniti, mentre Spark Therapeutics continuerà a commercializzare in esclusiva LUXTURNA(TM) (voretigene neparvovec-ryzl) negli Stati Uniti. In base all'accordo stipulato, Spark Therapeutics manterrà la responsabilità regolativa e adempierà alle pratiche di ottenimento dell'approvazione della terapia sperimentale con voretigene neparvovec da parte dell'Agenzia europea per i medicinali. Spark Therapeutics ha siglato inoltre un accordo distinto per la produzione e la fornitura della terapia sperimentale con voretigene neparvovec a Novartis. Nell'accordo non rientra nessun altro programma attualmente in fase di sviluppo presso Spark Therapeutics.

In base alle condizioni dell'accordo di licenza, Novartis verserà a Spark Therapeutics un anticipo di $105 milioni in contanti. Spark Therapeutics ha il diritto di ricevere fino a un massimo di $65 milioni in contanti in pagamenti "milestone", in base all'approvazione regolatoria a breve termine dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA) e alle vendite iniziali in alcuni mercati al di fuori degli Stati Uniti. Spark Therapeutics ha inoltre il diritto di ricevere le royalty sulle vendite nette della terapia sperimentale con voretigene neparvovec al di fuori degli Stati Uniti.

"Grazie allo sfruttamento delle ampie infrastrutture commerciali e mediche di Novartis nel settore oftalmologico, oltre al suo impegno alla commercializzazione di farmaci su base genetica, l'accordo consentirà a un maggior numero di pazienti con diagnosi confermata di distrofia retinica associata alla mutazione biallelica del gene RPE65 non residenti negli Stati Uniti, e soprattutto non residenti in Europa, di avere accesso alla terapia sperimentale con voretigene neparvovec," ha dichiarato Dan Faga, chief business officer di Spark Therapeutics. "È nostra intenzione investire i ricavati di questa transazione per continuare a sviluppare la nostra solida produzione di terapie geniche sperimentali e realizzare così una strada per un mondo in cui la vita non sia più limitata dalle malattie genetiche."

Indicazioni e informazioni importati sulla sicurezza di LUXTURNA
LUXTURNA(TM) (voretigene neparvovec-rzyl) è una terapia genica basata su vettore virale adeno-associato per il trattamento dei pazienti con diagnosi confermata di distrofia retinica associata alla mutazione biallelica del gene RPE65.

I pazienti devono presentare un sufficiente numero di cellule retiniche vitali, in base a quanto determinato dall'oftalmologo curante.

Avvertenze e precauzioni

  • L'endoftalmite può insorgere in seguito a qualunque intervento chirurgico o iniezione intraoculare. Durante la somministrazione di LUXTURNA, utilizzare una tecnica iniettiva in condizioni asettiche appropriate e monitorare i pazienti o altrimenti informarli di segnalare qualunque segno o sintomo di infezione o infiammazione, in modo da consentire il trattamento precoce di eventuali infezioni.
  • La riduzione permanente dell'acuità visiva si può verificare in seguito all'iniezione sottoretinica di LUXTURNA. Monitorare i pazienti per verificare l'insorgenza di eventuali disturbi visivi.
  • Anomalie retiniche possono insorgere durante l'iniezione sottoretinica di LUXTURNA o in seguito alla stessa; queste comprendono fori maculari, assottigliamento della fovea, perdita della funzione foveale, deiscenza della fovea ed emorragia retinica. Monitorare e gestire queste anomalie retiniche in modo appropriato. Non somministrare LUXTURNA nelle immediate vicinanze della fovea. Le anomalie retiniche possono verificarsi durante la vitrectomia o in seguito alla stessa; queste comprendono lacerazioni retiniche, membrana epiretinica o distacco della retina. Monitorare i pazienti durante l'iniezione e in seguito alla stessa, in modo da consentire un trattamento precoce di queste anomalie retiniche. Informare i pazienti di segnalare immediatamente qualunque segno o sintomo di lacerazioni e/o distacco della retina.
  • L'aumento della pressione intraoculare si può verificare dopo l'iniezione sottoretinica di LUXTURNA. Monitorare e gestire la pressione intraoculare in modo appropriato.
  • Formazione di bolle d'aria intraoculari Informare i pazienti di evitare i voli aerei, i viaggi ad alta quota o le immersioni subacquee fino a quando la bolla d'aria formatasi nell'occhio, in seguito alla somministrazione di LUXTURNA, non sia completamente scomparsa. Per la scomparsa della bolla d'aria, potrebbe occorrere una settimana o più dal momento dell'iniezione. Un cambiamento di altitudine quando la bolla d'aria è ancora presente può determinare una perdita irreversibile della vista. Verificare la scomparsa della bolla d'aria tramite un esame oftalmologico.
  • Cataratta L'iniezione sottoretinica di LUXTURNA, e in particolar modo la vitrectomia, è associata a un aumento dell'incidenza dello sviluppo e/o dell'evoluzione della cataratta.

Reazioni avverse

  • Negli studi clinici, le reazioni avverse oculari si sono verificate nel 66% dei partecipanti allo studio (57% degli occhi in cui è stata praticata l'iniezione); tali reazioni avverse potrebbero essere correlate a LUXTURNA, alla procedura di iniezione sottoretinica, all'uso concomitante di corticosteroidi o a una combinazione di queste procedure e prodotti.
  • Le reazioni avverse più comunemente osservate (incidenza maggiore o uguale a 5% dei partecipanti allo studio) sono state iperemia congiuntivale (22%), cataratta (20%), aumento della pressione intraoculare (15%), lacerazione retinica (10%), dellen (assottigliamento dello stroma corneale) (7%), foro maculare (7%), depositi sottoretinici (7%), infiammazione oculare (5%), irritazione oculare (5%), dolore oculare (5%) e maculopatia (increspatura della superficie della macula) (5%).

Immunogenicità
Le reazioni immunitarie e l'esposizione extraoculare a LUXTURNA negli studi clinici sono state di lieve entità. Non sono state osservate reazioni citotossiche mediate da cellule T clinicamente significative al vettore AAV2 o al gene RPE65. Ai partecipanti allo studio sono stati somministrati corticosteroidi per via sistemica prima e dopo l'iniezione sottoretinica di LUXTURNA in ciascun occhio, fattore che potrebbe aver ridotto la possibile reazione immunitaria al vettore AAV2 o al gene RPE65.

Uso pediatrico
Il trattamento con LUXTURNA non è consigliato nei pazienti di età inferiore ai 12 mesi, in quanto le cellule retiniche sono ancora in fase di proliferazione cellulare ed è possibile che LUXTURNA si diluisca o si perda durante la proliferazione cellulare. La sicurezza e l'efficacia di LUXTURNA sono state confermate nei pazienti pediatrici. Non sono state rilevate differenze significative in termini di sicurezza tra i sottogruppi relativi alle diverse età.

È possibile consultare le informazioni prescrittive di LUXTURNA per gli Stati Uniti qui.

Panoramica degli studi clinici condotti su LUXTURNA(TM) (voretigene neparvovec-rzyl)
La sicurezza e l'efficacia di LUXTURNA sono state valutate in uno studio clinico di sicurezza di fase I in aperto di esplorazione della dose (n = 12) e in uno studio di efficacia e sicurezza di fase III in aperto, randomizzato, controllato (n = 31) condotto su soggetti pediatrici e adulti (di età compresa tra i 4 e i 44 anni) affetti da distrofia retinica associata alla mutazione biallelica del gene RPE65 e provvisti di un numero sufficiente di cellule retiniche vitali.

Sui 31 partecipanti arruolati nello studio di fase III, 21 sono stati randomizzati a ricevere l'iniezione sottoretinica di LUXTURNA e 10 sono stati randomizzati al gruppo di controllo (non sottoposto a intervento). Un paziente del gruppo sottoposto a intervento si è ritirato dallo studio prima del trattamento e un paziente del gruppo di controllo ha ritirato il consenso e pertanto è stato escluso dallo studio. Tutti e nove i partecipanti assegnati al gruppo di controllo hanno deciso di cambiare gruppo e procedere alla somministrazione di LUXTURNA dopo un anno di osservazione. Tutti i partecipanti di questo studio continuano a essere seguiti per verificare la sicurezza ed efficacia a lungo termine della terapia. I dati dello studio clinico di fase III condotto su LUXTURNA, comprensivi dei dati del gruppo sottoposto a intervento contenente tutti i partecipanti randomizzati a un anno, sono stati precedentemente pubblicati su (The Lancet).

L'efficacia di LUXTURNA nello studio di fase III è stata stabilita in base alle variazioni del punteggio del test di mobilità multiluminosa (multi-luminance mobility test, MLMT) dal basale a un anno. Il MLMT è stato ideato per misurare le variazioni della visione funzionale sulla base della capacità del soggetto di compiere, con precisione e a una velocità ragionevole, un determinato percorso a sette diversi livelli di illuminazione, variabili tra i 400 lux (corrispondenti a un ufficio ben illuminato) e 1 lux (corrispondente a una notte d'estate senza luna). A ciascun livello di illuminazione era assegnato un punteggio compreso tra zero e sei; il punteggio più elevato indicava che un partecipante poteva passare il MLMT a un livello di illuminazione inferiore. Un punteggio corrispondente a meno uno era assegnato ai partecipanti che non riuscivano a passare il MLMT a un livello di illuminazione di 400 lux. La variazione del punteggio del MLMT era definita come la differenza tra il punteggio al basale e il punteggio a un anno; un punteggio positivo indicava che il partecipante era stato in grado di completare il MLMT a un livello di illuminazione inferiore. Ulteriori risultati clinici comprendevano quelli del test della soglia di sensibilità alla luce nel campo intero (full-field light sensitivity threshold, FST) a luce bianca e l'acuità visiva.

I risultati dello studio clinico di fase III condotto su LUXTURNA hanno indicato una differenza statisticamente significativa tra il gruppo sottoposto a intervento (n = 21) e il gruppo di controllo (n = 10) a un anno in termini di variazione del punteggio MLMT mediano bilaterale (differenza tra gruppo sottoposto a intervento e gruppo di controllo uguale a 2; p = 0,001) e di variazione del punteggio MLMT mediano del primo occhio trattato (differenza tra gruppo sottoposto a intervento e gruppo di controllo uguale a 2; p = 0,003). Dopo aver cambiato gruppo ed essere sottoposti all'iniezione di LUXTURNA, i partecipanti del gruppo di controllo hanno manifestato una reazione analoga al gruppo sottoposto a intervento. Una variazione del punteggio MLMT mediano bilaterale uguale a due è stata osservata nel gruppo sottoposto a intervento a 30 giorni. Questa variazione del punteggio è stata mantenuta per almeno tre anni nel gruppo originariamente sottoposto a intervento e per almeno due anni nel gruppo passato alla terapia nello studio clinico di fase III. Inoltre, i pazienti a cui è stato somministrato LUXTURNA hanno manifestato un miglioramento statisticamente significativo dal basale a un anno nel FST a luce bianca nel gruppo sottoposto a intervento rispetto al gruppo di controllo. Il cambiamento dell'acuità visiva dal basale a un anno non ha presentato differenze significative tra i partecipanti del gruppo originariamente sottoposti a intervento e quelli del gruppo di controllo.

Le informazioni prescrittive di LUXTURNA negli Stati Uniti comprendono le Avvertenze e Precauzioni a seguire: endoftalmite; riduzione permanente dell'acuità visiva; anomalie retiniche; aumento della pressione intraoculare; formazione di bolle d'aria intraoculari; cataratta. Le reazioni avverse più comuni (incidenza maggiore o uguale a 5%) sono state iperemia congiuntivale, cataratta, aumento della pressione intraoculare, lacerazione retinica, dellen (assottigliamento dello stroma corneale), foro maculare, depositi sottoretinici, infiammazione oculare, irritazione oculare, dolore oculare e maculopatia (increspatura della superficie della macula).

Spark Therapeutics
Noi di Spark Therapeutics, azienda integrata impegnata nella scoperta, nello sviluppo e nella fornitura di terapie geniche, mettiamo in discussione l'inevitabilità di malattie genetiche come la cecità, l'emofilia e le patologie neurodegenerative. Abbiamo applicato con successo la nostra tecnologia nella prima terapia genica mai approvata dall'FDA negli Stati Uniti per una malattia di origine genetica e abbiamo attualmente tre programmi in fase di studio clinico, tra cui alcuni possibili prodotti che hanno cominciato a ottenere risultati promettenti nei pazienti affetti da emofilia. Noi di Spark vediamo la strada per un mondo in cui la vita non sia più limitata dalle malattie genetiche. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.sparktx.com e seguirci su Twitter e LinkedIn.

Nota di avvertimento di Spark sulle anticipazioni e previsioni
Il presente comunicato contiene una serie di "anticipazioni e previsioni" ("forward-looking statements") in base al significato assegnato loro dal "Private Securities Litigation Reform Act" del 1995 e comprendono previsioni relative al prodotto aziendale LUXTURNA(TM) (voretigene neparvovec-rzyl). Con i termini ''si prevede," ''si ritiene," ''ci si aspetta," ''si intende," ''è possibile," ''si programma," ''si farà," ''vorrebbe," ''potrebbe," ''dovrebbe," "si otterrà," ''si continuerà'' ed espressioni simili si intendono identificare anticipazioni e previsioni, sebbene non tutte le anticipazioni e previsioni possibili contengano i termini identificativi qui indicati. È possibile che la nostra azienda non realizzi i progetti, le intenzioni o le aspettative divulgate nelle nostre anticipazioni e previsioni e pertanto occorre evitare di fare assegnamento in modo ingiustificato sulle nostre anticipazioni e previsioni. Tutte le anticipazioni e previsioni sono basate sulle attuali aspettative direzionali in merito agli eventi futuri e sono soggette a una serie di rischi e incertezze che potrebbero determinare differenze concrete e avverse tra i risultati effettivi e quelli espressi o impliciti in tali anticipazioni e previsioni. Questi rischi e queste incertezze comprendono, a titolo di esempio non limitativo, il rischio che: (i) l'accordo di licenza e fornitura non consenta un accesso più rapido alla terapia con voretigene neparvovec per i pazienti di tutto il mondo che non hanno accesso a soluzioni di terapia di base genica, (ii) la domanda di autorizzazione alla messa in commercio presentata per LUXTURNA non sia approvata dall'EMA; (iii) la terapia con voretigene neparvovec non sia approvata in qualunque mercato al di fuori degli Stati Uniti; (iv) dopo l'approvazione, Novartis non riesca a commercializzare o a vendere voretigene neparvovec in uno o più mercati; (v) Spark non riceva ulteriori pagamenti "milestone" o royalty da parte di Novartis. Per una discussione su altri rischi, incertezze e fattori importanti che potrebbero determinare differenze tra i nostri risultati effettivi e quelli contenuti nelle nostre anticipazioni e previsioni, si veda la sezione "Fattori di rischio", oltre alle discussioni relative a possibili rischi, incertezze e altri fattori importanti contenute nella nostra Relazione annuale sul modulo 10-K, nelle nostre Relazioni trimestrali sul modulo 10-Q e negli altri documenti archiviati presso la Securities and Exchange Commission. Tutte le informazioni contenute nel presente comunicato stampa sono valide alla data della sua distribuzione e Spark non si assume la responsabilità di aggiornare tali informazioni là dove non sia richiesto dalla legge.

Referente per gli investitori:
Ryan Asay
Ryan.asay@sparktx.com 
+1 (215) 239-6424

Referente per i media:
Monique da Silva
Monique.dasilva@sparktx.com 
+1 (215) 282-7470

HUG#2163891