Release details

2017-05-04 12:56 CEST
  • Print
  • Share Share
en it

RECORDATI: OTTIMI RISULTATI NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2017. CONTINUA CRESCITA DEI RICAVI +13,1%, UTILE OPERATIVO +19,0%, UTILE NETTO +19,9%

  • Ricavi netti consolidati € 341,9 milioni, +13,1%.
  • EBITDA(1) € 117,7 milioni, +18,9%.
  • Utile operativo € 107,3 milioni, +19,0%.
  • Utile netto € 78,5 milioni, +19,9%.
  • Posizione finanziaria netta (2): debito netto di € 105,6 milioni.
  • Patrimonio netto € 996,7 milioni.
  • Rivisti al rialzo gli obiettivi per l'intero anno 2017: ricavi di circa € 1.250 milioni, EBITDA di circa € 425 milioni, utile operativo di circa € 380 milioni e utile netto di circa € 275 milioni.

Milano, 4 maggio 2017 - Il Consiglio di Amministrazione della Recordati S.p.A. ha approvato, quale rendicontazione finanziaria aggiuntiva su base volontaria(3), la relazione finanziaria al 31 marzo 2017. La relazione è stata predisposta secondo quanto richiesto dallo IAS 34, principio contabile internazionale concernente l'informativa finanziaria infrannuale, e redatta utilizzando i principi di valutazione, misurazione ed esposizione stabiliti dagli IAS/IFRS. La relazione finanziaria al 31 marzo 2017 viene depositata in data odierna presso la sede sociale e pubblicata sul sito internet della Società (www.recordati.it) nonché sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info (www.1Info.it).

Principali risultati consolidati

  • I ricavi consolidati, pari a € 341,9 milioni, sono in crescita del 13,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I ricavi internazionali crescono dell'11,2%.
     
  • L'EBITDA(1) è pari a € 117,7 milioni, in crescita del 18,9% rispetto al primo trimestre del 2016, con un'incidenza sui ricavi del 34,4%.
     
  • L'utile operativo è pari a € 107,3 milioni, in crescita del 19,0% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, con un'incidenza sui ricavi del 31,4%.
     
  • L'utile netto pari a € 78,5 milioni, è in crescita del 19,9% rispetto al primo trimestre del 2016, con un'incidenza sui ricavi del 23,0%.
     
  • La posizione finanziaria netta(2) al 31 marzo 2017 evidenzia un debito netto di € 105,6 milioni che si confronta con un debito netto di € 198,8 milioni al 31 dicembre 2016. Il patrimonio netto si è ulteriormente incrementato ed è pari a € 996,7 milioni.

(1) Utile operativo al lordo degli ammortamenti e delle svalutazioni di immobilizzazioni materiali e attività immateriali.
(2) Investimenti finanziari a breve termine e disponibilità liquide, meno i debiti verso banche e i finanziamenti a medio/lungo termine, inclusa la valutazione al fair value degli strumenti derivati di copertura.
(3) Si ricorda che il D. Lgs 25/2016, di attuazione della Direttiva 2013/50/EU, ha eliminato l'obbligo di pubblicazione del resoconto intermedio di gestione, prima previsto dal comma 5 dell'art. 154-ter del D. lgs 58/1998.

Iniziative per lo sviluppo

Nel mese di gennaio la Commissione dell'Unione Europea ha concesso l'autorizzazione all'immissione in commercio per Cystadrops® 3.8 mg/mL. Cystadrops® è il primo collirio a base di cisteamina cloridrato approvato nell'Unione Europea per il trattamento dei depositi di cristalli di cistina nella cornea in adulti e bambini dai 2 anni affetti da cistinosi. Cystadrops® era stato designato farmaco orfano dalla Commissione Europea a novembre del 2008. È stato sviluppato da Orphan Europe (società del gruppo Recordati) specificamente per i pazienti affetti da cistinosi. La cistinosi è una malattia da accumulo lisosomiale rara e congenita molto grave che può portare al decesso. È caratterizzata da un accumulo di cristalli di cistina che hanno un effetto deleterio su tutti gli organi del corpo, in particolare reni e occhi. Il trattamento sistemico con cisteamina, somministrata per via orale, porta beneficio ai pazienti che soffrono di cistinosi. Tuttavia, la cisteamina somministrata oralmente non risolve adeguatamente le manifestazioni oculari della cistinosi a causa della mancanza di vascolarizzazione nella cornea. In assenza di un adeguato e continuativo trattamento topico oculare, i cristalli di cistina si accumulano nella cornea con gravi conseguenze, che possono portare alla cecità nel lungo termine.

Nel mese di febbraio è stato firmato un accordo di licenza esclusivo a livello mondiale che ha come oggetto il know-how prodotto dall'Ospedale Meyer di Firenze per lo sviluppo di un trattamento per neonati pretermine che soffrono di retinopatia del prematuro (ROP). Il trattamento è al momento nella fase II di sperimentazione clinica nell'Ospedale Meyer e Recordati sarà responsabile della fase successiva dello sviluppo clinico e del processo regolatorio necessario per ottenere l'autorizzazione per la commercializzazione. La retinopatia del prematuro (ROP) è una patologia che può portare alla cecità e colpisce principalmente neonati pretermine che pesano 1,25 kg o meno e che sono nati prima di 31 settimane di gestazione. Questa patologia, che si sviluppa in genere in ambedue gli occhi, è una malattia rara, ma che rappresenta una delle cause più comuni di perdita della vista nell'infanzia e può portare a ipovisione per tutta la vita o anche cecità.

Inoltre, l'accordo prevede che Recordati sostenga, per un periodo di tre anni, altri progetti condotti dai ricercatori del Meyer nell'ambito delle malattie rare. Questa collaborazione tra pubblico e privato è importante per valorizzare i risultati ottenuti dalla ricerca all'interno dell'Ospedale pediatrico fiorentino.

Commenti del Vice Presidente e Amministratore Delegato

"I risultati economici ottenuti nel primo trimestre dell'anno evidenziano la continua crescita del gruppo anche nel 2017, con un sostenuto incremento sia dei ricavi sia della redditività", ha dichiarato Andrea Recordati, Vice Presidente e Amministratore Delegato. "Inoltre, è stata ottenuta l'approvazione di Cystadrops®, un prodotto innovativo frutto della nostra ricerca, ed è stato concluso un importante accordo con l'Ospedale Meyer di Firenze, uno dei più importanti centri di neonatologia e pediatria italiani, che contribuirà a rafforzare il nostro portafoglio di prodotti in sviluppo. La crescita delle attività del gruppo è proseguita in modo molto positivo nel mese di aprile e per l'intero anno 2017 prevediamo di migliorare i nostri obbiettivi e di realizzare ricavi di circa € 1.250 milioni, un EBITDA di circa € 425 milioni, un utile operativo di circa € 380 milioni e un utile netto di circa € 275 milioni."

Conference Call

Recordati organizzerà una conference call oggi 4 maggio alle ore 16.00.  I numeri per poter accedere sono i seguenti:

Italia                           +39 02 8058811, numero verde 800 213 858
UK                                +44 1 212818003, numero verde 800 0156384
USA                             +1 718 7058794, numero verde +1 855 2656959
Francia                       +33 170918703
Germania                  +49 69 255114451

Gli interessati sono pregati di chiamare 10 minuti prima dell'inizio.   Per accedere all'assistenza da parte di un operatore digitare *0 oppure chiamare il +39 02 8061371. La registrazione della conference call sarà disponibile nel sito www.recordati.it.

Le diapositive alle quali si farà riferimento durante la conference call saranno disponibili nel sito www.recordati.it alla voce "Investors", sezione "Presentazioni".

Recordati (Reuters RECI.MI, Bloomberg REC IM), fondata nel 1926, è un gruppo farmaceutico internazionale, quotato alla Borsa Italiana (ISIN IT 0003828271), con più di 4.100 dipendenti, che si dedica alla ricerca, allo sviluppo, alla produzione e alla commercializzazione di prodotti farmaceutici. Ha sede a Milano, e attività operative nei principali paesi europei, in Russia e negli altri paesi del Centro ed Est Europa, in Turchia, in Nord Africa, negli Stati Uniti d'America, Messico e in alcuni paesi del Sud America. Un'efficiente rete di informatori scientifici del farmaco promuove un'ampia gamma di farmaci innovativi, sia originali sia su licenza, appartenenti a diverse aree terapeutiche compresa un'attività specializzata nelle malattie rare. Recordati si propone come partner di riferimento per l'acquisizione di nuove licenze per i suoi mercati.  Recordati è impegnata nella ricerca e sviluppo di farmaci innovativi e in particolare di terapie per malattie rare.  I ricavi consolidati nel 2016 sono stati pari a € 1.153,9 milioni, l'utile operativo è stato pari a € 327.4 milioni e l'utile netto è stato pari a € 237.4 milioni.

Per ulteriori informazioni:

Sito Recordati: www.recordati.it

Investor Relations                                                                   Ufficio Stampa                   
Marianne Tatschke                                                                 Studio Noris Morano                                                        
(39)0248787393                                                                          (39)0276004736, (39)0276004745
e-mail: inver@recordati.it                                                      e-mail: norismorano@studionorismorano.com
                                                                                    

Questa comunicazione contiene valutazioni e ipotesi su fatti futuri ("forward-looking statements" nel significato di cui all'U.S. Private Securities Litigation Reform Act del 1995) che riflettono la migliore stima in base a quanto attualmente noto. Tali valutazioni e ipotesi, tuttavia, dipendono anche da numerosi fattori esterni, fuori dal controllo della società, e da avvenimenti incerti, che sono soggetti a numerosi rischi. I risultati futuri potrebbero differire anche sensibilmente da quanto espresso o deducibile da questa comunicazione. Le citazioni e descrizioni di "specialità etiche Recordati", soggette a prescrizione medica, vengono date solo per informare gli azionisti sull'attività della Società e non hanno alcun intendimento né di promuovere né di consigliare l'uso delle specialità stesse.

HUG#2101875