Release details

2017-05-02 19:34 CEST
  • Print
  • Share Share
en it

Italeaf: L'Assemblea di TerniEnergia approva il bilancio 2016; Nominati due amministratori

COMUNICATO STAMPA 2 MAGGIO 2017

ITALEAF: L'Assemblea di TerniEnergia approva il bilancio 2016; Nominati due amministratori

  • Approvato il bilancio d'esercizio al 31 dicembre 2016
  • Approvata la Prima Sezione della Relazione sulla remunerazione prevista dall'art. 123-ter del TUF
  • Conferimento dell'incarico di revisione legale dei conti a EY S.p.A.
  • Nomina di due amministratori: Giulio Gallazzi e Piero Manzoni
  • Approvate le politiche di remunerazione e incentivazione per gli esercizi 2017 e 2018
  • Approvato il Piano di Stock Grant 2017-2019
  • Deliberato l'Aumento di capitale gratuito a servizio del Piano di Stock Grant

L'Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti di TerniEnergia S.p.A., si è riunita in data odierna con la presidenza di Stefano Neri.
Parte ordinaria
L'Assemblea degli Azionisti ha esaminato e approvato il progetto di bilancio e preso atto della presentazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2016.
RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2016
I ricavi sono pari a Euro 84,2 milioni. La contrazione rispetto all'esercizio precedente (Euro 368,7 milioni; -77,2%) è attribuibile alla consistente riduzione dell'attività di energy management conseguente all'uscita dal perimetro di consolidamento di Free Energia, nelle more dell'acquisizione di una società target operante nel medesimo settore (come già indicato nelle linee strategiche del Gruppo), al fine di non modificare sostanzialmente il modello di business. I ricavi delle società acquisite Softeco Sismat e Selesoft entrano, invece, nel perimetro di consolidamento dal 1° Novembre 2016, a seguito della sottoscrizione dei relativi contratti di investimento.
L'EBITDA si attesta a Euro 17,3 milioni (Euro 25,2 milioni al 31 Dicembre 2015, -31,3%). L'Ebitda Margin è pari al 20,6%, in crescita rispetto all'esercizio 2015 (6,85%).
Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 8,1 milioni (Euro 17,1 milioni al 31 Dicembre 2015), dopo ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni non ricorrenti per Euro 9,2 milioni (Euro 8,1 milioni totali nel 2015). Questo dato, in particolare, è influenzato dagli effetti negativi derivanti dalle svalutazioni delle partecipazioni in Veneto Banca, nonché in altri asset operativi e finanziari, per un totale di circa Euro 3,6 milioni.
L'utile netto, che include la quota di risultato dall'attività delle JV, si attesta a Euro 1,15 milioni (Euro 2,6 milioni al 31/12/2015, -55%), mentre l'Utile ante imposte (EBT) è pari a Euro 2,4 milioni.
La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 93,9 milioni (Euro 89,5 milioni al 30/09/2016), in crescita per l'ingresso nel perimetro del Gruppo delle società Softeco e Selesoft. La Posizione Finanziaria Netta non corrente è pari a Euro 79,1 milioni, mentre la Posizione Finanziaria Netta a breve è pari a Euro 15,7 milioni. Il rapporto PFN/EBITDA è pari a 5,4x (rispetto a 3,46x dell'esercizio 2015).
Il Patrimonio Netto è pari a Euro 57,5 milioni (Euro 54,2 milioni al 30/09/2016), mentre il Capitale Immobilizzato si attesta a Euro 150,7 milioni, di cui Euro 79,4 milioni riferiti a immobilizzazioni materiali. Il Patrimonio Netto tiene conto anche delle azioni proprie detenute in portafoglio, che ammontano a n° 1.012.224.
RISULTATI TERNIENERGIA S.P.A. AL 31 DICEMBRE 2016
I ricavi netti si attestano a Euro 30,7 milioni (Euro 32,2 milioni al 31/12/2015). Il margine operativo lordo (EBITDA) è pari a Euro 3,9 milioni (Euro 11,5 milioni al 31/12/2015). Il risultato netto è negativo per Euro 6,7 milioni (Euro 2,1 milioni al 31/12/2015).
RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE EX ART. 123-TER D. LGS. 58/98
L'Assemblea ha approvato la Relazione sulla remunerazione degli Amministratori e dei Dirigenti con responsabilità strategiche prevista dall'art. 123-ter del D. Lgs. 58/98.
CONFERIMENTO INCARICO DI REVISIONE LEGALE DEI CONTI
Si ricorda che con l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2016 è venuto a scadere l'incarico di revisore legale dei conti conferito per il periodo 2008-2016 a PWC SpA. Sulla base della proposta motivata del Collegio Sindacale, l'odierna Assemblea ha conferito l'incarico per la revisione legale del bilancio consolidato e del bilancio separato, nonché della relazione semestrale consolidata limitata di TerniEnergia SpA, alla società EY SpA per gli esercizi dal 2017 al 2025.
NOMINA DI DUE AMMINISTRATORI
L'Assemblea ha, inoltre, provveduto a ratificare la nomina per cooptazione quali Amministratori dell'ing. Piero Manzoni e del dott. Giulio Gallazzi, in sostituzione del dott. Massimiliano Salvi e del rag. Domenico De Marinis, confermando in 9 il numero dei componenti il Consiglio di Amministrazione, come deliberato dall'assemblea del 27 Aprile 2016. Ratificando le nomine, l'Assemblea ha proceduto all'analisi e alla verifica degli eventuali conflitti di interesse, anche potenziali, tra la carica assunta dall'ing. Manzoni e quelle ricoperte in aziende controllate dalla propria famiglia ed ha autorizzato lo stesso in via generale e preventiva, ad operare quale Amministratore esecutivo della Società (ex art 2390 cod. civ).
L'ing. Manzoni e il dott. Gallazzi resteranno in carica fino alla scadenza dell'attuale Consiglio di Amministrazione e quindi fino alla data dell'assemblea convocata per l'approvazione del bilancio dell'esercizio al 31 dicembre 2018. A seguito della nuova nomina il Consiglio di Amministrazione è così composto: Stefano Neri (Presidente con poteri esecutivi), Fabrizio Venturi (con poteri esecutivi), Laura Bizzarri (con poteri esecutivi), Piero Manzoni, Giulio Gallazzi, Monica Federici, Paolo Ottone Migliavacca (consigliere indipendente), Mario Marco Molteni (consigliere indipendente) e Laura Rossi (consigliere indipendente). In base a quanto comunicato alla Società, l'ing. Piero Manzoni e il dott. Giulio Gallazzi non possiedono azioni di TerniEnergia SpA.
POLITICHE DI REMUNERAZIONE E INCENTIVAZIONE
L'Assemblea degli Azionisti ha approvato la politica della Società e del Gruppo in materia di remunerazioni e incentivazioni, che prevede l'emolumento complessivo annuo lordo del Consiglio di Amministrazione in Euro 720.000 oltre oneri e contributi di legge. Si precisa che con riferimento al compenso variabile deliberato dall'Assemblea degli Azionisti del 27 aprile 2016, è stato confermato lo stesso compenso variabile per gli amministratori esecutivi e dirigenti con responsabilità strategiche per gli esercizi 2017 e 2018, con la precisazione che questo non spetterà a coloro che risulteranno beneficiari del Piano di Stock Grant 2017-2019.
PIANO DI STOCK GRANT 2017-2019
L'Assemblea degli Azionisti ha approvato il piano di incentivazione e fidelizzazione (il "Piano di Stock Grant 2017-2019" - il "Piano") basato sulle azioni della Società a favore del top management. L'Assemblea ha deliberato di attribuire al Consiglio di Amministrazione tutti i poteri occorrenti alla concreta attuazione del predetto Piano di Stock Grant 2017-2019. A tal fine, a titolo esemplificativo e non esaustivo, il CDA potrà, sentito il Comitato per le Remunerazioni, con facoltà di subdelega, (i) dare attuazione al Piano redigendone il Regolamento; (ii) individuare nominativamente i beneficiari dello stesso; (iii) determinare il numero dei diritti a ricevere gratuitamente azioni della Società da assegnare a ciascun beneficiario; (iv) predisporre ed approvare la documentazione connessa all'implementazione del Piano.
In particolare, il Piano prevede l'attribuzione gratuita ai beneficiari fino a massime n. 2.354.478 azioni subordinatamente al raggiungimento di predeterminati obiettivi di performance. Il Piano prevede che l'attribuzione delle azioni sia condizionata (i) al conseguimento di specifici obiettivi di performance, legati all'andamento del titolo e all'Ebitda consolidato; nonché (ii) alla circostanza che sia in essere alla data di attribuzione delle azioni un rapporto di lavoro dipendente tra il beneficiario e la Società o una delle Società Controllate. Le azioni a servizio del Piano riverranno da un aumento gratuito del capitale sociale ai sensi dell'articolo 2349, comma 1, del Codice Civile.
Per ogni ulteriore dettaglio in merito al Piano, si rinvia al Documento Informativo redatto in conformità all'articolo 84-bis del Regolamento Consob n. 11971/99 in materia di Emittenti, in attuazione di quanto previsto dell'articolo 114-bis del D.Lgs. n. 58/98 (il TUF).
COSTITUZIONE DI UNA RISERVA DI UTILI VINCOLATA A SERVIZIO DEL PIANO DI STOCK GRANT
 L'Assemblea degli Azionisti ha, infine, deliberato di provvedere fin d'ora all'istituzione di un'apposita riserva di patrimonio vincolata, a servizio del predetto Piano di Stock Grant 2017-2019, denominata "Riserva vincolata aumento di capitale a servizio del Piano di Stock Grant 2017-2019", per un importo di Euro 2.959.862, da prelevarsi da una preesistente riserva di patrimonio libera alimentata da "utili indivisi", individuata nella "Riserva Straordinaria".
Parte straordinaria
L'Assemblea degli Azionisti, a seguito delle delibere assunte dall'Assemblea ordinaria, ha approvato di modificare l'art. 5 dello statuto della Società mediante inserimento nello stesso della seguente previsione: "L'assemblea straordinaria può deliberare l'assegnazione di utili a prestatori di lavoro dipendenti delle Società o di società controllate mediante emissione di azioni o altri strumenti finanziari, a norma dell'art. 2349 del Cod. Civ.".
L'Assemblea ha, inoltre, deliberato di aumentare il capitale sociale in forma gratuita ed in via scindibile, ai sensi dell'articolo 2349, primo comma del Codice Civile, per massimi Euro 2.959.862 corrispondenti a, e quindi con l'emissione di massime n. 2.354.478 nuove azioni aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione e godimento regolare, a servizio del Piano di Stock Grant 2017-2019, mediante l'utilizzo di apposita riserva di utili, da attuarsi entro la data del termine del Piano di Stock Grant, intendendosi il capitale aumentato a tale data dell'importo corrispondente alle sottoscrizioni raccolte.
L'Assemblea degli Azionisti ha deliberato di delegare al CDA tutte le occorrenti facoltà relative all'emissione, anche in più tranche, nei termini e alle condizioni previsti dal Piano di Stock Grant 2017-2019, delle nuove azioni a servizio del Piano stesso, nonché quella di apportare le correlate modifiche all'articolo 5 dello Statuto sociale, al fine di adeguare conseguentemente l'ammontare del capitale sociale, provvedendo a tutti gli adempimenti previsti dalla normativa pro-tempore vigente.
L'Assemblea, infine, ha deliberato di conferire al Presidente ogni opportuno potere per provvedere a rendere esecutive a norma di legge le predette deliberazioni, anche introducendo nelle stesse eventuali modifiche od integrazioni (che non alterino la sostanza delle deliberazioni medesime) che fossero richieste per l'iscrizione nel Registro delle Imprese e provvedere a qualsivoglia adempimento all'uopo necessario.
DEPOSITO DOCUMENTAZIONE
Il verbale dell'Assemblea sarà messo a disposizione del pubblico nei termini e con le modalità previste dalla normativa vigente.
Si rende noto che sono a disposizione del pubblico presso la sede della Società, sul sito internet www.ternienergia.com, (sezione Investor Relations/Bilanci e Relazioni), nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info, all'indirizzo www.1info.it, il Bilancio d'esercizio di TerniEnergia S.p.A. al 31 dicembre 2016, approvato dall'Assemblea degli Azionisti ed il Bilancio Consolidato del Gruppo TerniEnergia al 31 dicembre 2016, corredati della documentazione prevista dalle vigenti disposizioni.
Si rende inoltre noto che, sulla base delle informazioni disponibili alla Società, nessuno dei Consiglieri e dei Sindaci, detiene azioni TerniEnergia S.p.A., ad eccezione di Stefano Neri, che detiene direttamente n. 125.697 e indirettamente n. 19.867.102 azioni TerniEnergia S.p.A., Fabrizio Venturi che detiene direttamente 74.654 azioni TerniEnergia S.p.A., Monica Federici che detiene direttamente n. 16.058 azioni TerniEnergia S.p.A..
La documentazione relativa ai componenti del Consiglio di Amministrazione nominati, comprensiva di tutti i curricula vitae, è disponibile presso la sezione Investor Relations/Assemblea Azionisti del sito internet www.ternienergia.com.

TERNIENERGIA (TER.MI), costituita nel mese di Settembre del 2005 e parte del Gruppo Italeaf, è la prima smart energy company italiana, impegnata a portare nel mondo soluzioni energetiche integrate e sostenibili. Organizzata in quattro linee di business (Technical services, Energy management, Energy efficiency e Cleantech), con circa 500 dipendenti e una presenza geografica in quasi tutti i Continenti, con sedi operative e commerciali, TerniEnergia sviluppa soluzioni, prodotti e servizi innovativi basati su tecnologie digitali e industriali per la filiera energetica.
TerniEnergia, anche attraverso le sue subsidiaries, persegue gli obiettivi di incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili, del risparmio energetico e della riduzione delle emissioni, come stabilito dalla politica ambientale europea, e partecipa attivamente alla rivoluzione energetica della generazione elettrica distribuita e delle reti intelligenti.
TerniEnergia è il partner ideale per grandi utility, operatori della distribuzione e gestori delle reti, produttori di energia, pubbliche amministrazioni, clienti industriali e investitori che intendono realizzare grandi progetti per la produzione di energia rinnovabile, sistemi e impianti moderni ad elevata efficienza energetica, soluzioni per la gestione e la manutenzione delle infrastrutture e degli impianti elettrici. TerniEnergia, attraverso una completa offerta tecnologica e commerciale, sviluppa e fornisce tecnologie, servizi e soluzioni rivolte a clienti pubblici e privati consumatori di energia. TerniEnergia è quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana S.p.A..

Il presente comunicato stampa è disponibile anche sui siti internet delle Società: www.italeaf.com. e www.ternienergia.com.

Certified Adviser

Mangold Fondkommission AB, +46 (0)8 5030 1550, è il Certified Adviser di Italeaf SpA su Nasdaq First North.

Per maggiori informazioni:
Filippo Calisti
CFO - Italeaf S.p.A.
E-mail: calisti@italeaf.com

Italeaf S.p.A., costituita nel dicembre 2010, è una holding di partecipazione e un acceleratore di business per imprese e startup nei settori dell'innovazione e del cleantech. Italeaf opera come company builder, promuovendo la nascita e lo sviluppo di startup industriali nei settori cleantech, smart energy e dell'innovazione tecnologica.
Italeaf ha sedi operative in Umbria a Terni e Nera Montoro nel Comune di Narni, a Milano e Lecce; ha filiali internazionali a Londra e a Hong Kong ed un centro di ricerca localizzato all'interno dell'Hong Kong Science and Technology Park. La società controlla TerniEnergia, quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana e attiva nei settori delle energie rinnovabili, dell'efficienza energetica e del waste management, Skyrobotic, azienda di sviluppo e produzione di droni civili e commerciali nelle classi mini e micro per il mercato professionale, Numanova, attiva nella produzione di polveri metalliche per la manifattura additiva e l'industria metallurgica avanzata e Italeaf RE, società immobiliare. Italeaf detiene, inoltre, una partecipazione di minoranza in Vitruviano Lab, organismo di ricerca attivo nei settori dei materiali speciali, della chimica verde e del cleantech.

HUG#2101143